Verona - 27° Congresso Nazionale A.N.D.O.S. onlus

   

Carissimi,

si è concluso con grande successo il 27 Congresso Nazionale A.N.D.O.S. intitolato “Anticipazione diagnostica: il punto di vista dei radiologi sullo screening, sulla diagnostica senologica e le sue nuove frontiere. Il ruolo delle associazioni” che si è svolto nei giorni 30 aprile – 1-2 maggio 2009 a Verona .
Il congresso nazionale è stato inaugurato presso Palazzo della Gran Guardia di Verona alla presenza delle autorità che hanno manifestato l’apprezzamento per l’iniziativa, l’orgoglio per la sede e la sincera partecipazione espressa, tra gli altri, dal sottosegretario alla salute Francresca Martini e il Sindaco di Verona Flavio Tosi che ha voluto sottolineare come “La città è lieta di ospitare questo congresso nazionale per il suo contributo alla diffusione della prevenzione e della diagnosi precoce del tumore mammario, che in Veneto e a Verona, grazie alla pratica ormai costante dello screening, permette di salvare un numero sempre maggiore di vite umane con tecnologie e professionalità d’eccellenza”. “L’importanza di questo incontro – ha aggiunto il Sindaco - è anche quella di valorizzare l’operato di un’associazione come Andos, che in tutta Italia è vicina a chi combatte questa battaglia, sempre difficile e traumatica, condividendone il percorso con le dirette interessate e con i loro familiari”.
Al congresso hanno partecipato illustri medici provenienti da diverse esperienze e realtà locali.
La prima giornata dedicata all' “anticipazione diagnostica e screening: realtà a confronto”, coordinata da Massimo Valsecchi di Verona, si è conclusa con il concerto del “Gruppo Archi ModerniVeneti” che ha regalato ai partecipani un momento di grande emozione.
La seconda giornata è stata dominata da due principali temi: Evoluzione in ambito diagnostico; Anticipazione diagnostica e senologia clinica coordinati da Gianmarco Giuseppetti di Ancona e Roberto Pozzi Mucelli di Verona, per poi concludersi con la cena di Gala.
I relatori intervenuti, onorandoci della loro presenza, hanno reso la giornata del 30 aprile e 1 maggio un evento di alto livello professionale e culturale, riuscendo ad interpretare il comune sforzo organizzativo. In particolare i loro interventi sono stati apprezzati da tutti i partecipanti, che hanno sottolineato la comprensibilità delle relazioni ed allo stesso tempo l’importanza dei contenuti.
Le due giornate di studio sono state moderate da Lella Carcereri e Claudia Farina.
Durante la terza giornata la parola è passata ai comitati A.N.D.O.S.onlus. Un momento di confronto tra le realtà locali.
E' stato presentato anche l'inno ufficiale dell' A.N.D.O.S. “Non sei più sola” insieme con la canzone “La forza della vita”.
Durante il congresso era presente l'interprete LIS (linguaggio dei segni) ed è stato garantito il servizio di sottotitolatura.
"Grazie a questo congresso – ha spiegato assessore alle Pari opportunità Vittorio Di Dio durante la presentazione del congresso il 24/04/2009 - avremo modo ancora una volta di ricordare a tutte le cittadine veronesi l’importanza della prevenzione nella lotta contro il tumore al seno, trasmettendo anche i segnali positivi che provengono dal rapido miglioramento delle cure e dalla sempre crescenti percentuali di guarigione.”

Si ringrazia tutto il comitato A.N.D.O.S. onlus di Verona per l'impegno nella organizzazione del congresso e in modo particolare la presidente del comitato Anna Maria Nalini.
Si ringraziano inoltre tutti i partecipanti del congresso per la loro presenza.
Un grazie alle autorità e agli sponsor, senza i quali tutto questo non sarebbe stato possiblie.