Staminali: da cellule ‘figlie’ grave forma tumore seno

   

(Aiom, 03/08/2009)

Londra, 3 agosto - Le cellule "figlie" delle staminali potrebbero causare il cancro al seno. Lo hanno scoperto scienziati del Walter and Eliza Hall Institute (Canada), che hanno identificato un tipo di cellule del seno chiamate progenitori del lumen, responsabile dello sviluppo del cancro al seno nelle donne che hanno una particolare mutazione genetica. Questa mutazione, quella del gene BRCA1, e' presente nel 10-20 per cento delle donne che hanno cancro al seno ereditario. "Il tipo di cancro che si sviluppa con questa mutazione e' di tipo basale e particolarmente aggressivo" hanno spiegato Jane Visvader e Geoff Lindeman, i ricercatori a capo dello studio pubblicato sulla rivista Nature Medicine. "Abbiamo scoperto che le cellule progenitori del lumen, 'figlie' delle cellule staminali del seno, sono la fonte più probabile di questo tipo di tumore". Ricerche precedenti avevano associato le staminali del seno ai tumori di tipo BRCA1: tuttavia, Visvader e Lindeman hanno ristretto il campo proprio sulle progenitori del lumen. "Se queste cellule vanno incontro a malfunzionamento, la loro crescita diventa irregolare e si giunge infine al cancro al seno" hanno spiegato i ricercatori. "Il nostro prossimo obiettivo e' sviluppare dei marcatori che permettano grazie a delle biopsie al seno se le cellule progenitori del lumen hanno qualche malfunzionamento. Abbiamo già in mente quali biomarcatori usare, ed un giorno potranno essere usati per diagnosi e trattamento" hanno concluso.