Saronno, il presidente Formigoni inaugura la struttura di radioterapia

   

(Lombardia Notizie7, n°211 del 19/11/2009)

(Ln - Saronno) Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha inaugurato questa mattina all'ospedale di Saronno la nuova struttura di radioterapia.
Finanziata con 4 milioni da Regione Lombardia, è dotata delle migliori tecnologie disponibili e servirà un bacino d'utenza di 400.000 persone. "Si tratta - ha detto Formigoni - di un grande passo in avanti per questa azienda ospedaliera e di un risultato molto positivo per tutta la sanità lombarda e il progresso dei suoi standard tecnologici. Con oggi, infatti, andiamo a inaugurare un nuovo tassello della strategia regionale che ci ha visto effettuare grandi investimenti nella lotta ai tumori e, in particolare, nella costruzione di nuovi centri di radioterapia. Dopo anni di investimenti oggi siamo la Regione con il più elevato numero di centri radioterapici e di radioterapisti". 
"L'apertura di questa struttura - ha proseguito Formigoni - è anche un nuovo traguardo nell'attenzione della sanità lombarda per la centralità della persona. I malati non dovranno più fare tanti chilometri per sottoporsi quotidianamente alle applicazioni di radioterapia. A Saronno, come nel resto della Lombardia, i nostri sforzi sono finalizzati a rendere la vita dei pazienti più semplice: nel momento della malattia le persone hanno bisogno di attenzioni straordinarie". 
Nei ultimi 7 anni la Regione ha investito a Saronno oltre 30 milioni di euro per finanziare diversi interventi, tra cui la nuova rianimazione, il nuovo pronto soccorso, il servizio di neuropsichiatria infantile e, più recentemente, le grandi apparecchiature come la Tac e la risonanza magnetica nucleare. 
Sono inoltre in corso lavori di ristrutturazione dei tre piani del "padiglione rosso" dedicato alle chirurgie dove si stanno realizzando, per un impegno finanziario di altri 3,5 milioni, reparti con camere a due letti o un letto e bagno privato. 
Regione Lombardia ha inoltre già impegnato altri 6 milioni per ristrutturare il padiglione specialistico dove troveranno una nuova sede la dialisi, la neurologia, l'ostetricia, la ginecologia e le sale parto. 
"I soldi spesi per Saronno - ha sottolineato Formigoni - rappresentano la punta dell'iceberg degli investimenti in edilizia e tecnologia sanitaria in Lombardia e, in particolare, nella provincia di Varese: dal 1995 al 2008 abbiamo finanziato in questa provincia opere per quasi 300 milioni di euro e pochi giorni fa abbiamo programmato investimenti per altri 60 milioni". 
Formigoni ha infine ricordato come la radioterapia richieda "un approccio multispecialistico", che garantisce un trattamento completo e corretto della malattia, valorizzando le competenze di ciascuno e ponendo traguardi ambiziosi anche nella ricerca clinica.