Lo stress fa ingrassare: scoperto il gene «collegato» con i dolci

   

(Il Sole 24 ore, Salute 24, Miriam Cesta,10/05/2010)

Per dimagrire non serve correre, fare ginnastica e diminuire l`introito calorico giornaliero: per soddisfare la prova costume potrebbe bastare sdraiarsi sul divano davanti alla tv o con un libro in mano. A sostenere l`innovativa tesi è uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences dai ricercatori israeliani del Weizmann Institute di Rehovot, secondo il quale è lo stress a fare ingrassare: alti livelli di nervosismo attiverebbero infatti un gene che, influenzando il metabolismo, favorirebbe il desiderio di dolci e cibi grassi e influirebbe sul rischio di patologie metaboliche come il diabete di tipo 2.
Lo studio, condotto su modelli animali, ha individuato per la prima volta un gene nel cervello che, se attivato dallo stress, rilascia la proteina Urocortin-3 (Ucn3), che a sua volta provoca aumento dell`ansia e cambiamenti nel metabolismo. Una sorta di interruttore che, se acceso, contribuisce a far mettere su chili, tra cambiamenti nel metabolismo e scelte alimentari non corrette: "La ricerca ha dimostrato che le azioni di un singolo gene in una sola parte del cervello possono avere effetti profondi sul metabolismo di tutto il corpo - spiega il neuroendocrinologo Alon Chen, che ha partecipato allo studio -. E questo gene può anche influenzare la nostra scelta di snack, contribuendo al nostro desiderio di cibo grasso e, soprattutto, dolce". La proteina, concludono i ricercatori, potrebbe essere utilizzata come biomarker per rilevare i livelli di stress. E per sapere se è tempo per una vacanza.