Disabili, una guida per far valere i propri diritti

   

(Corriere della Sera.it, Disabilità, Maria Giovanna Faiella, 03/06/2010)

Pubblicata sul sito dell’Istituto superiore di sanità: aiuta a districarsi tra leggi e burocrazia

MILANO - Un vademecum per conoscere ed esercitare i propri diritti, districandosi tra leggi e procedure burocratiche. Grazie ai collegamenti ipertestuali, la versione aggiornata della guida «I diritti dei cittadini con disabilità. Dai diritti costituzionali ai diritti esigibili» consente di documentarsi e consultare in modo agevole e completo le principali leggi di
riferimento in materia di disabilità. «La guida presenta i diritti della persona disabile e la normativa in vigore a livello nazionale per renderli concretamente esigibili – spiega Domenica Taruscio, direttore del Centro Nazionale malattie rare dell’Istituto superiore di sanità che ha curato gli aggiornamenti insieme a due associazioni, Prader Willi della Calabria e Crescere di Bologna - . Anche gli strumenti giuridici sono essenziali per combattere le malattie rare. Ma il manuale può essere utile sia alle persone con disabilità e ai loro familiari sia agli operatori sanitari, ai giuristi, agli insegnanti».
LINK ALLE LEGGI DI RIFERIMENTO - 53 pagine articolate in 13 capitoli dedicati al diritto alla salute, al lavoro, all’istruzione, ma anche alle agevolazioni fiscali, all’esenzione dai ticket, al riconoscimento dell’invalidità. In ogni capitolo si trovano brevi spiegazioni dell’argomento e link alle leggi di riferimento e a siti istituzionali, o anche a presentazioni e interventi di esperti in occasione di seminari e convegni. Gli aggiornamenti sono segnalati da un riquadro rosso con la dicitura new.
SALUTE - Nel capitolo sul diritto alla salute sono passati in rassegna gli articoli della legge istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale che riguardano cura e riabilitazione, la legge n. 104 del ‘92 e il decreto ministeriale n. 279 del 2001 che disciplina la rete nazionale per le malattie rare. In questa nuova edizione è stata aggiunta un’appendice sui trapianti, tra vivi o da persone decedute.
ISTRUZIONE - Un altro capitolo è incentrato sul diritto all’educazione. Contiene, tra l’altro, informazioni sul servizio di istruzione domiciliare o in ospedale, sulla fornitura di sussidi didattici e arredi, le linee guida del ministero dell’Istruzione per l’integrazione degli alunni nelle scuole di ogni ordine e grado, le norme sulle barriere architettoniche, la legge sulla tutela dei dati sensibili e quella che prevede docenti di sostegno per gli studenti disabili.
LAVORO - Nel capitolo dedicato al lavoro si parla di collocamento mirato, permessi e congedi che spettano ai lavoratori disabili o ai familiari, per chi è previsto il diritto al prepensionamento, quando si ha la precedenza nell’assegnazione della sede di lavoro.
RICONOSCIMENTO DELL’INVALIDITÀ – Un capitolo è dedicato a tempi e modalità per richiedere il riconoscimento dell’invalidità, con la nuova procedura per l’accertamento, a partire dal 1° gennaio di quest’anno, e i diversi passaggi previsti: dalla presentazione della domanda alla convocazione e all’esito dell’accertamento con i diritti che ne conseguono. Vengono poi sintetizzati i principali trattamenti economici quali: pensioni, indennità di accompagnamento o di comunicazione, con relativi importi che si possono consultare cliccando su un link aggiornato al 2010.
BENEFICI FISCALI - Un altro capitolo riguarda le agevolazioni fiscali cui si ha diritto: quali spese, per esempio, sono detraibili o deducibili, quando è prevista l’Iva agevolata al 4%, il contrassegno arancione per la circolazione e la sosta dei veicoli, il parcheggio riservato. Un capitolo a parte, infine, è riservato all’esenzione dal ticket per le medicine e le prestazioni sanitarie, con un approfondimento sulle malattie rare.