Tumori al seno: e' importante l’anamnesi paterna

   

(AIOM, Notiziario, 25/10/2010)

Washington, 25 ottobre 2010 - Per scoprire se si e' a rischio di cancro al seno anche la storia familiare paterna e' importante, ma spesso non viene presa in considerazione. L'allarme viene dalla rivista Lancet Oncology, secondo cui le donne ignorano che la componente genetica del rischio viene ereditata nella stessa percentuale da entrambi i genitori. Secondo uno studio canadese pubblicato dalla rivista, le donne hanno una probabilità cinque volte maggiore di riferire al medico i casi di tumore al seno in famiglia se sono avvenuti dalla parte
materna: "Ci sono due motivazioni per questo - ha spiega Jeanna McCuaig del Princess Margaret Hospital di Toronto - per prima cosa le donne non sanno che il rischio viene da entrambe le parti, inoltre gli stessi medici di famiglia non chiedono loro nulla sui casi eventualmente presenti nella famiglia paterna". I ricercatori sono giunti alla conclusione esaminando le pazienti dell'ospedale e le loro anamnesi. Secondo la rivista una percentuale trail5eil10percentodeitumorialsenoealle ovaie hanno un'origine genetica, e uno dei modi principali per individuare le donne a rischio e' proprio dalla storia clinica delle famiglie di entrambi i genitori.