Un farmaco anti-asma può bloccare crescita del tumore al seno

   

(Il Sole24 ore, Salute 24, Di Miriam Cesta (04/11/2010)

Un farmaco per curare l'asma comunemente usato in Giappone e Corea è in grado di bloccare del 50% la crescita del tumore al seno: è quanto emerge da uno studio condotto da Gerald Prud'homme, patologo del canadese St. Michael's Hospital e pubblicato su PLoS ONE. "Il farmaco, approvato nei due paesi asiatici e usato per più di due decenni per il trattamento di asma e disturbi allergici, comprese rinite allergica e dermatite atopica - spiega Prud'homme - non è invece in uso in Canada e negli Stati Uniti".
I ricercatori hanno sviluppato in laboratorio, tramite coltura di cellule staminali, delle formazioni tissutali neoplastiche di cancro al seno. Le cellule sono state iniettate in due gruppi di topi, uno dei quali è stato trattato con il medicinale antiasma: ed è emerso che il farmaco ha ridotto la crescita del tumore primario del 50% e ha impedito la diffusione del cancro ai polmoni. I ricercatori hanno anche individuato una molecola, il recettore arilico (AHR), che si lega al principio attivo del farmaco e che sarebbe la responsabile dell'effetto anti-cancro. "Il nostro studio - conclude Prud'homme - è il primo a scoprire non solo il meccanismo per bloccare la diffusione del cancro al seno, ma
anche come il farmaco colpisce le cellule tumorali della mammella".