Da Fano una ricerca sulle modalità di sviluppo dei tumori

   

(Sanitànews.it, 02/12/2010)

'Pat-Chip' consentirà di studiare le modificazioni associate allo sviluppo di tumori. La ricerca è stata sviluppata nel laboratorio di Patologia Molecolare 'Paola' diretto da Mirco Fanelli, dell'Università degli Studi di Urbino 'Carlo Bo' e nella sezione di Biotecnologie di Fano. Mirco Fanelli e Stefano Amatori, che hanno condotto la ricerca hanno spiegato che numerose modificazioni a carico del Dna, e delle proteine ad esso associate, sono state evidenziate in numerosi tipi di neoplasia e forniscono informazioni sull’esito delle terapie prevedendone o meno l’efficacia. Sino ad oggi queste modificazioni potevano essere studiate solo utilizzando cellule
coltivate in vitro mentre, con il nuovo metodo sviluppato, è ora possibile analizzare queste variazioni in sezioni tissutali tumorali.Questa nuova tecnica permetterà di effettuare studi direttamente nei tessuti tumorali originali con i quali scoprire retrospettivamente, e a distanza di molti anni, le caratteristiche molecolari della malattia. Ciò permetterà di comprendere più a fondo le invisibili alterazioni della cellula tumorale, promuovendo la ricerca di nuovi markers diagnostici/prognostici ed indirizzando la definizione di nuove strategie terapeutiche.I risultati di questa importante ricerca sono stati pubblicati dalla prestigiosa rivista dell’Accademia delle Scienze statunitense. L’articolo è consultabile al sito: http://www.pnas.org/content/ early/2010/11/23/1007647107.abstract