Le cellule stromali cancerose ostacolano l'efficacia delle terapie antitumorali

   

(Redazione MolecularLab.it (17/12/2010)

Il sistema immunitario sembra essere inattivato dalle cellule stromali che esprimono la FAP proteina responsabile dell'attivazione dei fibroblasti Un gruppo di ricercatori dell'Università di Cambridge ha scoperto che alcune cellule stromali, presenti in varie forme di cancro, esprimono la proteina FAP alfa che attiva i fibroblasti, i primi coinvolti nella soppressione della risposta immunitaria e che quindi distruggendo tali cellule il sistema immunitario è capace di controllare il tumore.
Douglas Fearon, che ha diretto la ricerca, ha spiegato: "La scoperta delle cellule dello stroma canceroso responsabili dell'inattivazione del sistema immunitario è davvero importante; inoltre ulteriori ricerche sul modo in cui queste cellule lavorano potrà permettere di migliorare le terapie, eliminando la barriere che il cancro ha costruito".
I ricercatori, per accertarsi che fosse proprio la FAP la proteina responsabile della resistenza del tumore, hanno creato dei topi transgenici capaci di distruggere tutte le cellule che producono la proteina in questione; così si è potuto osservare che quando queste cellule venivano distrutte, il tumore iniziava a morire.
Fearon però ha sottolineato: " Per quanto vi sia una buona sovrapposizione fra i sistemi immunitari del topo e dell'uomo, non conosciamo ancora la rilevanza che può avere la scoperta per l'uomo, almeno fino al momento in cui non riusciremo a interrompere la funzione delle cellule stromali tumorali che esprimono la FAP in pazienti oncologici. Però già vent'anni fa Lloyd Old e altri
colleghi avevano identificato le cellule stromali che esprimono la FAP". Per questo tutt'oggi stanno cercando di analizzare questi processi in topi che abbiano sviluppato un tumore molto simile a quelli umani per poter iniziare a studiare le cellule umane che esprimono la FAP.
Lo studio è stato pubblicato su Science.