DALLA SOIA RIMEDI CONTRO IL TUMORE AL SENO E ALLA PROSTATA

   

(SanitàNews, 20/01/2011)


La soia potrebbe anche aiutarci nella battaglia contro due tipi di tumore: quello al seno e quello alla prostata. A rilevarlo sono stati due studi riportati dal quotidiano britannico Daily Mail. Il primo e' stato condotto da un gruppo di ricercatori della Northwestern University di Chicago. Dai risultati e' emerso che una pillola al giorno di 'genisteina', il principale isoflavone che si trova nella soia, e' in grado di rallentare o fermare la diffusione del cancro alla prostata. Anche se lo studio ha coinvolto un piccolo campione di 38 uomini, gli scienziati sono convinti che questi risultati potrebbero portare al primo trattamento non tossico che impedisce il movimento delle cellule tumorali. "Il primo passo - ha detto Raymond Bergan, che ha coordinato lo studio - e' stato quello di vedere se il farmaco ha l'effetto desiderato sulle cellule e sulla prostata, e la risposta e' stata positiva. Se questo farmaco puo' effettivamente evitare che il cancro alla prostata si diffonda nel corpo, teoricamente una terapia simile potrebbe avere lo stesso effetto sulle cellule di altri tipi di cancro".
Il secondo studio 'pro-soia' e' stato condotto dall'Universita' di Buffalo (New York) e ha coinvolto quasi 1.300 donne. Dai risultati e' emerso che gli isoflavoni della soia possono ridurre il rischio di sviluppare il cancro al seno. I ricercatori hanno scoperto che le donne che hanno consumato piu' isoflavoni avevano un 30% di possibilita' in meno di essere colpite da un cancro al seno invasivo e il 60% di probabilita' in meno di sviluppare un cancro 'di basso grado'. Per arrivare a queste conclusioni gli scienziati hanno confrontato i dati di 683 donne affette da tumore al seno con 611 donne sane. "Abbiamo sicuramente visto - ha concluso Anne Weaver, che ha coordinato lo studio - una riduzione (del rischio) che merita ulteriori indagini".