Esiste un forte legame fra il consumo di alcol e i tumori

   

(SanitàNews, 02/05/2011)

Una nuova analisi condotta in Australia sull'incidenza del cancro nella popolazione indica che l'alcol e' responsabile in una proporzione molto piu' alta di quanto creduto. Nel 5,6% dei casi la sua insorgenza e' legata a un consumo quotidiano, anche a livelli 'moderati', cioe' due bicchieri di birra, o due calici di vino o due bicchierini di superalcolici al giorno. La proporzione e' piu' alta fra le donne, che sale fino al 22% dei casi di cancro al seno, fra due e sette volte piu' delle stime precedenti, che indicavano un livello fra 3 e 12%.
Le revisioni verso l'alto sono incluse in una nuova linea programmatica del Cancer Council of Australia, il principale organismo preposto al monitoraggio del cancro nel Paese, pubblicata sul Medical Journal of Australia. Sono ora collegati all'alcol piu' di meta' (51%) dei casi di cancro all'esofago, il 41% dei cancri alla bocca e il 7% di quelli all'intestino. Il direttore del Cancer Council, prof. Ian Olver, che ha guidato lo studio, rileva come le prove della correlazione fra alcool e cancro siano ormai molto solide, tali da classificarlo come carcinogeno di classe 1, alla pari con il tabacco e l'amianto.