I "geni Avatar" sono legati alla comparsa dei tumori

   

(Sanità News, 10/05/2011)
 

Un passo avanti decisivo nella lotta al cancro arrivera' dai 'geni avatar', una schiera di 30-40 mila geni del nostro dna che non sono addetti alla codificazione di proteine, ma che si e' scoperto avere un ruolo cruciale nella comparsa dei tumori. A scoprire i geni-avatar e' stato un italiano, oggi negli Stati Uniti, l'oncologo Pier Paolo Pandolfi, direttore del Centro per la ricerca sul cancro alla Harvard Medical School di Boston.
La studio, pubblicato sulla rivista scientifica Nature lo scorso anno, si arricchisce ora di un nuovo, fondamentale 'tassello': ''Abbiamo infatti scoperto - spiega Pandolfi - il codice, scritto nel dna, che ci permette di capire come funzionano i geni-avatar, cosi' definiti perche' una sorta di universo parallelo rispetto ai geni piu' noti, quelli che codificano le proteine''. La scoperta, che Pandolfi illustrera' in una lettura all'Istituto Regina Elena di Roma, e' in via di pubblicazione sulla rivista Cell. Passi in avanti significativi, sottolinea Pandolfi, che avranno ripercussioni concrete con la messa a punto di nuovi farmaci 'mirati'. Ed e' per questi 'passi avanti' nella Ricerca oncologica che Pandolfi, in questi giorni in Italia, ha appena ricevuto il Premio 2011 della Fondazione Alessio Pezcoller per la ricerca internazionale sul cancro.