Il 60% di rischio in più per il cancro al seno nelle fumatrici

   Redazione MolecularLab.it (17/06/2011)

Da una ricerca americana è emerso che le donne fumatrici da più di 15 anni hanno un rischio maggiore del 60% di sviluppare il tumore alla mammella

Dal Congresso ASCO da pochi giorni conclusosi a Chicago arriva la notizia di un nuovo studio condotto dall'Università di Pittsburgh da cui è emerso che il rischio di contrarre un tumore al seno aumenta con l'accrescere degli anni di fumo.
La ricerca coordinata da Stephanie Land ha preso in esame circa tredicimila donne sane con un storia familiare di tumori alla mammella ed è emerso che per questi soggetti, già a rischio di sviluppare la neoplasia, il fumo è un grande fattore di rischio.
La Dottoressa Land ha spiegato: "Rispetto a donne che non hanno mia fumato in vita loro, il rischio di tumore al seno è superiore del 60% nei soggetti che hanno fatto uso di sigarette almeno per trentacinque anni, e superiore del 34% in quelle che hanno fumato dai 15 ai 35 anni. Per fortuna, le donne che hanno fumato per meno di 15 anni non presentano alcun rischio aggiunto".
"Inoltre, i nostri dati dimostrano che fumare per lunghi periodi causa nelle donne la comparsa di altri tipi di tumore, come quello del colon con un rischio quattro volte più alto rispetto alle non fumatrici; per quanto riguarda il tumore al polmone, le donne fumatrici hanno una probabilità di svilupparlo trenta volte superiore alle altre donne. Smettere di fumare rimane uno dei metodi più efficaci per abbassare il pericolo di sviluppare un cancro" ha concluso l'autrice dello studio.