Dall'Australia un farmaco che restringe i tumori

   SanitàNews, 20/09/2012

In Australia sono appena iniziati i primi test sull'uomo di un farmaco che sembrerebbe in grado di "restringere" i tumori. Lo rende noto l'Universita' del New South Wales, secondo cui la terapia potrebbe essere un'alternativa alla chemio per molti tipi di cancro. Il farmaco, il cui sviluppo ha richiesto piu' di dieci anni si chiama "Penao" e agisce inibendo il metabolismo degli zuccheri da parte delle cellule tumorali. Il trial su 20 pazienti e' iniziato lo scorso luglio e proseguira' per 18 mesi, comprendendo malati di tumore a seno, prostata, colon e cervello. "La terapia agisce inibendo una proteina chiave nel metabolismo dello zucchero, che e' diverso tra cellule tumorali e normali - sottolinea Philip Hogg, uno degli autori della scoperta -. La prima versione che abbiamo realizzato si limitava a fermare la crescita del tumore, ma speriamo che questa possa compiere un passo in piu' e rimpicciolirli".