Obesità e sovrappeso favoriscono il ritorno del cancro al seno

   Salute24, Cosimo Colasanto, 28/08/2012


Le donne guarite dal cancro al seno hanno più probabilità di ammalarsi nuovamente se sono in sovrappeso o obese. L'allerta arriva da un nuovo studio pubblicato su Cancer e condotto da Joseph Sparano del Montefiore Einstein Center for Cancer Care di New York dal quale è emerso che le donne obese hanno il 40% in più di probabilità di avere una recidiva di cancro al senso e il 69% di probabilità in più di morire rispetto alla media.

I DATI – La ricerca è stata condotta su 5.000 donne curate per cancro al seno in tre stadi diversi della malattia. Le ex pazienti erano tutte sane all'inizio del monitoraggio, ma avevano diversi Indici di massa corporea (Bmi): un terzo era normopeso, un terzo obeso, un terzo in sovrappeso. Nei successivi otto anni una donna su quattro è stata colpita da una recidiva del cancro e quasi la metà era rappresentata da donne con un peso superiore al normale. Risultati che sono stati indipendenti dal tipo di terapia ricevuta, terapia ormonale o chemio.

CAMBIAMENTI ORMONALI - La relazione più forte è stata quella con il cancro positivo ai recettori degli estrogeni, che rappresenta la forma più diffusa con quasi due terzi del totale dei casi. Lo studio non dimostra che il grasso corporeo in eccesso ha un impatto diretto sullo sviluppo di tumori, ma secondo Sparano si tratta di un'ipotesi oramai “biologicamente plausibile”. Colpa dell'influenza che può avere su alcuni ormoni, incrementando anche i livelli di infiammazione di tessuti e cellule. “I livelli di insulina - ha spiegato Sparano – sono noti per essere più elevati nei pazienti obesi perché sviluppano resistenza all'insulina e l'insulina è in grado di stimolare la crescita delle cellule del cancro al seno”.

SEDENTARIETA' E FUMO - Nemici principali della salute del seno sono principalmente alcol, fumo e sedentarietà. Ben il 40% dei casi di tumori, infatti, dipende dallo stile di vita. E l'aumento di peso, soprattutto in menopausa, è uno dei maggiori fattori di rischio. Secondo un altro studio apparso sul British Journal of Cancer le donne con un indice di massa corporea superiore a 25 - sintomo di sovrappeso e obesità - presentano infatti elevati livelli di estrogeni, soprattutto estradiolo, e androgeni. Una situazione anomala per la loro età.

"Per coloro che sono obesi o in sovrappeso, benefici si possono ottenere attraverso la dieta e attraverso la riduzione del peso - spiega Sparano - che può produrre una riduzione del rischio di recidiva altrettanto importante rispetto alla riduzione ottenuta grazie alle terapie standard"