E-health, Maccari: notevoli risparmi in sanità

   Lombardia Notizie, Carlo Maccari, 4/10/2012

Assessore alla Semplificazione e digitalizzazione, Carlo Maccari

(Ln - Capri) Si chiama 'E-health'. È la sanità digitale e il suo sviluppo permette un enorme risparmio per lo Stato e le Regioni, offrendo inoltre ai cittadini servizi migliori, efficienti e trasparenti. La Lombardia sta investendo molte energie in questa partita, come ha confermato l'assessore alla Semplificazione e Digitalizzazione Carlo Maccari, intervenuto a Capri in occasione del Forum 'Italia Smart - Between', appuntamento che ogni anno raduna enti pubblici e imprese per parlare di ICT (Information and Communication Technology). In qualità di rappresentante delle Regioni nella Cabina di Regia sull'Agenda Digitale Italiana, Maccari ha coordinato il seminario 'Sanità digitale, un percorso obbligato'.

NOTEVOLI RISPARMI DAL DIGITALE - "La sanità - ha commentato Maccari - rappresenta di gran lunga la voce di spesa più gravosa per i bilanci delle Regioni e proprio per questo investire in tecnologia per la sua gestione è una priorità, se si vogliono utilizzare al meglio le risorse per le prestazioni ai pazienti". Maccari ha illustrato l'esempio lombardo, dove attorno al SISS (Sistema Informativo Socio Sanitario) si sta costruendo una sempre più articolata rete in cui medici di famiglia, farmacie e strutture ospedaliere e assistenziali pubbliche e private dialogano in tempo reale, mettendo il cittadino al centro del sistema.

LABORATORIO LOMBARDIA - Il SISS coinvolge l'intera 'filiera' dalla sanità regionale, con 9,98 milioni di lombardi (99% del totale) che, grazie alla Carta Regionale dei Servizi, sono presenti nell'anagrafe sanitaria con dati certificati, elaborabili da un unico grande network composto da 7.900 medici di famiglie, 2.600 farmacie, 35 aziende ospedaliere, 15 Asl e più di 2.500 enti erogatori privati, di cui circa 400 di assistenza sanitaria e circa 2.100 di carattere socio assistenziale. Nel 2011, in Lombardia sono state emesse 86 milioni di prestazioni elettroniche (oltre l'80% del totale), con oltre 3,1 milioni di prenotazioni multicanale attraverso call center, farmacie e internet. Il 90% dei documenti clinici (referti, radiografie, verbali di ricovero e dimissione, atti del pronto soccorso) è stato inoltre erogato in formato elettronico, per un totale di 16 milioni di documenti. I dati sono in continuo aumento: nel 2012 la consultazione 'on line' dei referti da parte degli operatori ha toccato i 2,8 milioni di contatti, 32% in più rispetto allo stesso periodo del 2011.

ARRIVA LA 'MY PAGE' - "Il lavoro dei prossimi mesi - ha proseguito Maccari - ci porterà ad aprire ancora di più il sistema al cittadino, che diventerà il centro dei servizi di e-health, andando in questo modo a sfatare l'immagine che fa di ogni utente un semplice 'portatore di dati'". Per la fine di quest'anno è infatti prevista la disponibilità on line di una pagina personale, a cui ogni lombardo potrà accedere autenticandosi con la propria CRS. All'interno di essa potrà consultare il proprio Fascicolo Sanitario Elettronico e, grazie alle evoluzioni oggi in fase di studio, disporre di un vero e proprio 'taccuino' dove inserire dati utili al monitoraggio del proprio stato di salute. Inoltre, in una 'timeline' verrà aggiornata in tempo reale la storia sanitaria di ciascuno, con date, appuntamenti, visite, ricoveri, prestazioni, anch'essa visibile a tutti coloro che sono coinvolti nella cura. "Questo percorso - ha concluso Maccari - aggiunge un altro importante mattone alla costruzione dell'Agenda Digitale Lombarda, che diffonde in rete le conoscenze e le tecnologie oggi già ampiamente disponibili per migliorare la Pubblica Amministrazione e la qualità della vita di ciascuno".