Le chemio avventure di Wondy

   Monica Ripamonti – Ufficio stampa Vanity Fair

 E’ la sfida raccolta dal sito di Vanity Fair che ospita “Le chemio avventure di Wondy”, un blog per parlare con ironia e sensibilità del tumore al seno.

Sono i racconti di un’anonima giornalista milanese che descrive con imprevedibile sorriso ogni sua peripezia oncologica nell’ospedale di Rozzangeles, tra scintigrafie, mastectomie, brca1, parrucche cinesi ed espansori che sembrano magici palloncini gonfiabili.
Un blog dove Wondy – mamma di due bimbi, moglie e soprattutto donna – chiede e offre suggerimenti per vivere meglio, dai passatempi per le lunghe code ai libri da leggere durante la chemioterapia. L’immagine di copertina del blog? Un reggiseno appeso al chiodo. “Con un seno completamente finto e perfetto - dice l’autrice - il reggiseno è solo di bellezza!”
Il tumore al seno è una grande sfida, ma condividere la battaglia aiuta a vincerla. E visto che Wondy scrive per rendere l’intervento e la terapia meno duri per tutte le donne che si sono ritrovate “un sassolino”, speriamo che anche voi possiate aiutarci a rendere pubblico il suo blog e il suo sforzo.
Il direttore di Vanity Fair Luca Dini in un suo post ha scritto: “Wondy, quella del blog delle chemioavventure, io la conosco bene. È un’amica da anni. So quanto sia tosta e franca e pulita e simpaticamente rompiballe, so con che spirito da guerriera ha affrontato il cancro al seno che troppo presto – ma esiste forse un’età accettabile per stare male? – le ha fatto lo sgambetto, lei che correva (e corre) sempre. E sono rimasto ammirato, ma non sorpreso, quando – di fronte al secondo sgambetto in due anni – mi ha scritto per dirmi che aveva voglia di «mettere a frutto questa esperienza di vita… aiutare altre donne ad affrontare la batosta della chemio… forse parlare, con una sana dose di ironia», di come sopportare meglio i farmaci molesti e di come imparare a sorridere delle flebo e delle parrucche… ”.

 http://chemioavventurediwondy.vanityfair.it/