Al via un farmaco per gli effetti collaterali della chemio

   SanitàNews, 29/01/2013

Una ricerca dell'Universita' di Linkoping, Svezia, pubblicata sulla rivista Translational Oncology, illustra lo sviluppo di un nuovo farmaco che protegge contro gli effetti collaterali della chemioterapia. Il composto, chiamato calmangafodipir, agisce sulla formazione dei radicali dell'ossigeno che causano gli effetti collaterali della chemioterapia, per esempio facendo abbassare drasticamente il numero di globuli bianchi e aprendo le porte a infezioni potenzialmente fatali. Gli scienziati hanno provato il farmaco in alcuni topi, dopo averli infettati con cellule cancerose: i globuli bianchi non sono diminuiti e la formazione del tumore si e' ridotta. "Nell'iniziale mangafodipir, usato come composto di contrasto nelle risonanze, abbiamo sostituito il manganese, dannoso per il cervello, con il calcio, ottenendo una sostanza molto piu' stabile, piu' protettiva e che aveva anche un effetto anti-cancro", ha spiegato Rolf G. G. Andersson, primo firmatario dello studio. Per approfondimenti