Una banca dati raccoglie online i casi di tumore

   SanitàNews, 04/04/2013

Mettere il cancro in Rete è l’obiettivo di una grande banca dati che servirà per raccogliere i casi di centinaia di migliaia di malati di tumore. Cure, miglioramenti, guarigioni, fallimenti, difficoltà: tutto sarà schedato e messo a disposizione dei medici e degli altri pazienti. Come se tutti gli oncologi lavorassero in uno stesso centro, come se tutti i malati facessero parte dello stesso grande protocollo. Il progetto, che mira a fare della condivisione delle informazioni mediche il punto di forza per migliorare sempre più la lotta ai tumori, è firmato dall’American society of clinical oncology (Asco) e si chiama CancerLinQ. Non è solo una banca dati ad uso e consumo dei medici, utile per sfruttare al meglio farmaci e terapie e magari ipotizzarne di nuovi, ma anche un portale aperto per i pazienti. Una modalità immediata per confrontare storie, dubbi, paure e successi. Al momento il grande data base è pensato per gli Stati Uniti, ma non è detto che possa presto espandersi e diventare internazionale. Formando una grande rete utile per fermare il cancro.