Da un enzima antivirale alcune mutazioni associate ai tumori

   SanitàNews, 18/07/2013

Un team di ricercatori dell'Universita' del Minnesota ha scoperto che un enzima umano antivirale provoca alcune mutazioni del DNA risultate associate allo sviluppo di varie forme di cancro. La scoperta, riportata sulla rivista Nature Genetics, riguarda l'enzima APOBEC3B, precedentemente gia' correlato a piu' della meta' dei casi di tumore al seno. L'enzima e' parte di una famiglia di proteine antivirali ed e' un importante mutageno del cancro. "Siamo molto entusiasti di questa scoperta perche' indica che un singolo enzima e' uno dei maggiori fattori noti che contribuiscono all'insorgenza del cancro" ha spiegato l'autore Reuben Harris. "Piu' incisivo probabilmente anche dei raggi ultravioletti del sole e delle sostanze chimiche del fumo". Il team ha analizzato campioni da diciannove differenti tipologie di cancro in relazione alla presenza dell'enzima APOBEC3B e di dieci proteine correlate. I risultati hanno mostrato che l'enzima da solo appare significativamente elevato in sei tipi di cancro: vescica, cervice, due forme polmonari, testa e collo e mammella.