Le chinasi osservate speciali per il cancro al seno

   Molecularlab, Fonte: Cordis (04/07/2013)

SOTTO OSSERVAZIONI CHINASI E PER CAPIRE SE DEI LORO CAMBIAMENTI POSSONO ESSERE ALL'ORIGINE DEL CARCINOMA LOBULARE INVASIVO O DEL TUMORE AL SENO TRIPLO NEGATIVO

Le informazioni su cosa provoca il cancro al seno sono gravemente carenti, rendendo la diagnosi precoce cruciale. Quanto prima viene scoperto il cancro al seno, tanto maggiori sono le possibilità di trattamento e di cura.

Ma la situazione si complica quando i pazienti sono diagnosticati con sottotipi specifici di cancro al seno - carcinoma lobulare invasivo (ILC) e tumore al seno triplo negativo (TN) - per i quali non è disponibile alcun trattamento. L'ILC riguarda il 10 per cento dei tumori al seno in tutto il mondo e il TN per il 15 per cento.

Il progetto RATHER ("Rational therapy for breast cancer: individualised treatment for difficult-to-treat breast cancer subtypes"), finanziato dall'UE, mira a identificare e validare nuovi bersagli della chinasi per il trattamento di entrambi i sottotipi.

Sostenuti con quasi 6 milioni di euro di finanziamenti nell'ambito del tema "Salute" del Settimo programma quadro (7° PQ), i partner di RATHER hanno messo sotto il microscopio il sottoinsieme di proteine umane note come chinasi, le quali svolgono un ruolo chiave nella regolazione del funzionamento cellulare.

Studi precedenti hanno suggerito un legame tra il cancro e le modifiche di una o più delle 500 chinasi umane.

Il consorzio sta indagando sulle alterazioni nelle chinasi specifiche dei due tipi di cancro. L'ILC appare all'interno dei lobuli deputati alla produzione del latte. Il TN, invece, è caratterizzato da una mancanza di recettori per estrogeni, progesterone e HER2.

Il team ha avviato i lavori nel 2011, analizzando 300 campioni clinici da 150 pazienti con diagnosi di ILC e 150 con TN. I ricercatori volevano vedere se i dati potevano aiutarli a determinare le differenze principali tra il tessuto del seno sano e quello malato. "La nostra speranza è che alcune di queste differenze/modifiche si rivelino essere cause della malattia - dice il team - ovvero, che sono coinvolte nel provocare la malattia, piuttosto che esserne casuali effetti collaterali". Poiché le alterazioni che causano le patologie rappresentano promettenti bersagli terapeutici, è importante identificarle.

Poiché i cambiamenti che avvengono all'interno dei sottotipi di cancro al seno possono variare, i partner stanno anche sviluppando test diagnostici molecolari, che permetteranno ai medici di selezionare la migliore opzione di trattamento per i pazienti.

Appena il team riuscirà a individuare le alterazioni della chinasi promettenti e i corrispondenti inibitori, saranno avviate le prove cliniche per valutare la risposta dei pazienti ai farmaci. I test diagnostici molecolari saranno utilizzati per determinare quali pazienti parteciperanno alla sperimentazione, al fine di garantire che il progetto coinvolga i pazienti che beneficeranno maggiormente del farmaco.

Il consorzio RATHER è guidato dal University College Dublin, National University of Ireland, insieme a istituti di ricerca, università e aziende in Spagna, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Svezia e Regno Unito.