Contro i tumori del seno, metti in tavola la soia

   D-Repubblica, Salute Seno, Tiziana Moriconi, 14/01/2014

Un studio coreano porta nuovi dati a favore dell'effetto protettivo di questo alimento. Anche in caso di neoplasie ereditarie legate alle mutazioni dei geni Brca


La soia trova una nuova conferma come alimento contro il cancro al seno, anche nel caso di mutazioni nei geni che predispongono alla malattia, Brca 1 e 2. Gli ultimi dati arrivano da uno studio condotto su oltre 2 mila donne coreane e pubblicato su American Journal of Clinical Nutrition.
Lo studio KOHBRA. Si tratta di parte dei risultati di un grande progetto cui partecipano una quarantina di centri e noto come KOHBRA (acronimo di Korean Hereditary Breast Cancer Study), volto a comprendere come la dieta influisca sul rischio di carcinoma della mammella anche in chi presenta una predisposizione genetica.
I ricercatori, guidati dal dipartimento di medicina preventiva della Seoul National University College of Medicine, hanno arruolato sia pazienti con un tumore al seno, sia loro familiari sane ma portatrici di una mutazione nei geni Brca, sia altre donne né malate né a rischio familiare-genetico.
I risultati. Dallo studio è emerso che il consumo di prodotti contenenti soia è correlato a un minor rischio di sviluppare il tumore al seno anche in chi presenta le mutazioni. I dati confermano anche che, al contrario, un alto consumo di carne è associato a un rischio più alto di sviluppare il tumore, indipendentemente dalla predisposizione genetica.
La genisteina. A conferire le proprietà protettive alla soia sembra essere la genisteina, un isoflavone con una struttura simile a quella degli estrogeni e che già in studi su cellule tumorali in vitro ha mostrato la capacità di interferire con l’espressione dei due geni. A questo si aggiunga una bassissima presenza di grassi e l’assenza di sostanze cancerogene che normalmente si sviluppano con la cottura, come gli idrocarburi policiclici aromatici.

Vai allo studio
Dietary intake and breast cancer among carriers and noncarriers of BRCA mutations in the Korean Hereditary Breast Cancer Study
Per saperne di più vedi anche Clinicaltrial.gov