Tumore alla mammella, i Riuniti di Foggia in piazza per informare i cittadini. Ecco il “Bra-Day”

   Comitati raccontano, Foggia www.immediato.net, 23/10/2015

Sanità

Il 25 Ottobre 2015 verrà celebrato anche a Foggia il “BRA-DAY” nell'ambito del progetto internazionale di sensibilizzazione sulla “Consapevolezza della Ricostruzione Mammaria”. Gli “Ospedali Riuniti” aderiscono alla giornata del “BRA-DAY”, incontrando la cittadinanza dalle ore 10.00 alle ore 13.00 del 25 ottobre a Foggia, in Corso Vittorio Emanuele II dove verrà allestita una tenda della Croce Rossa Italiana, in collaborazione con la LILT, l'ANDOS e il Filo del Sorriso.

L’evento è organizzato dalla Cattedra e Struttura Complessa di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Universitaria dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria “Ospedali Riuniti” di Foggia, diretta da Aurelio Portincasa e ha lo scopo di ribadire i vantaggi della ricostruzione mammaria e di fornire a chiunque richieda informazioni le nozioni basilari sulla prevenzione, diagnosi e trattamento del tumore della mammella.
L’obiettivo è quello di divulgare informazioni corrette e complete sulle possibilità di ricostruzione del seno, offerte dalla Struttura di Chirurgia Plastica, in collaborazione con altre Specializzazioni afferenti al percorso assistenziale riconducibile alla "Breast Unit" degli "Ospedali Riuniti" di Foggia. Tanto allo scopo di fornire alle donne che hanno subito interventi chirurgici per tumore al seno la piena conoscenza riguardo lo sviluppo delle tecniche di chirurgia ricostruttiva della mammella.

Al dibattito interverranno autorità accademiche, medici specialisti delle Unità di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva Universitaria, Senologia e Psicologia degli “Ospedali Riuniti” di Foggia che quotidianamente operano in equipe assicurando alle pazienti prestazioni altamente qualificate e all’avanguardia.

Una donna informata è una donna consapevole delle proprie scelte.
Con questi propositi viene organizzato il “BRA-DAY”, un evento internazionale che si svolgerà in più di dieci paesi, una vera e propria festa per l’informazione e la consapevolezza femminile.L’evento nasce in Canada nel 2011 e con un meraviglioso effetto domino anno dopo anno ha coinvolto sempre più paesi nel mondo.
Ricostruire chirurgicamente una mammella sottoposta a mastectomia non influisce in alcun modo sull’evoluzione della malattia di base, anzi ne condiziona positivamente il decorso post-operatorio. La ricostruzione mammaria, infatti, permette alla donna di conservare la propria femminilità e dignità nella vita di relazione e nelle attività quotidiane, aiutandola ad affrontare il percorso terapeutico, il dolore, le paure e la malattia stessa.

Vedi articolo originale