Newsletter n.93 del 30 marzo 2015

30 marzo 2015

Circolare  n.13/E del 26/03/2015 - vedi 

Comitati A.N.D.O.S. onlus in Italia - vedi

COMITATI RACCONTANO 

Lecce - vedi

Sezze - vedi

Rovigo - vedi 


ULTIME NOTIZIE


LA SCELTA DI ANGELINA JOLIE
Gli oncologi: "L'asportazione dell'ovaio rientri in un percorso di cura" Leggi tutto

NON SOLO LA PREVENZIONE
E se lo sport fosse utile per curare il cancro?
Leggi tutto 

CURE PIU' DOLCI 
Senza chemio contro il cancro al seno
Leggi tutto 


STUDIO ITALIANO

Metaformina, l'antidiabetico che lascia i tumori a secco di zuccheri  - leggi 


MEDICINA

Tumori, con i nanofarmaci migliora la sopravvivenza - leggi 



 

MEDICO RISPONDE

Post mastectomia - Risponde d.ssa Maria Gabriella Manno

Gent.ma Dott.ssa,
sono una donna di 38 anni a cui è stata eseguita una mastectomia al seno sinistro. Premetto che ho sempre avuto un seno piccolo e quindi l'intervento non ha inciso in maniera così evidente per gli altri, difatti a distanza di poche settimane dall'intervento mi è bastato mettere il mio solito reggiseno e nessuno vede nulla.
Le scrivo per sapere perchè sento che mi sto isolando sempre di più perchè non riesco a trovare nessuno con cui parlare realmente a cuore aperto...no con mio marito si preocuperebbe troppo stesso discorso per i genitori fratello cognate...le amiche per carità sono tanto care ma riescono a capire fino in fondo....io logicamente capisco tutto e le dirò che la malattia non mi spaventa se non in riferimento ai miei figli ma sento di dover trovare una reale valvola di sfogo. é normale tutto ciò? A chi posso rivolgermi? Scusi tanto se lho disturbata ma la cosa peggiore di questa situazione è sentirsi sola come una canna al vento. Buona giornata e grazie

Vedi la risposta