Un nuovo batterio anticancro uccide solo le cellule neoplastiche

   SanitàNews, 08/09/2011

Una forma geneticamente modificata del batterio Clostridium sporogenes permette di attaccare in modo specifico le masse tumorali solide. Lo dimostrano le ricerche di un gruppo di studiosi olandesi e britannici presentate alla conferenza della Society for General of Microbiology all'Universita' di York (Regno Unito). I ricercatori hanno sfruttato la capacita' del batterio di crescere in ambienti poveri di ossigeno - come l'interno dei tumori solidi - per indirizzare l'azione di un farmaco nella massa tumorale: il farmaco, una volta raggiunte le zone del tumore prive di ossigeno in cui il batterio si trova, viene attivato proprio da quest'ultimo, e riesce cosi' a uccidere in modo specifico le cellule cancerose.