Scoperto effetto collaterale del chemioterapico doxorubicina

   Redazione MolecularLab.it (31/10/2012)

IL CHEMIOTERAPICO PUÒ CAUSARE DEI DANNI AL CUORE AGENDO SULLE TOPOISOMERASI TOP2B AUMENTANDO LO STRESS OSSIDATIVO DEI CARDIOMIOCITI


Il farmaco Doxorubicina è un chemioterapico usato da cinquanta anni per combattere molti tipi di cancro, ma si è scoperto che il suo funzionamento può causare anche problemi cardiaci.
Scienziati della University of Tecas hanno scoperto che il chemioterapico interagisce con la topoisomerasi Top2b. L'enzima viene utilizzato nel processo di divisione cellulare per aprire il doppio filamento di DNA e procedere alla sua duplicazione.
Lo studio pubblicato su Nature Medicine indica che la Doxorubicina interagisce con Top2b nei cardiomiociti, causando un aumento dello stress ossidativo, danneggiando i tessuti muscolari.
La ricerca potrebbe aiutare per identificare i pazienti più a rischio e quelli che possono tollerare questo chemioterapico.
Naturalmente tutti i chemioterapici hanno delle controindicazioni sulle cellule sane, e spetta all'oncologo considerare i pro ed i contro dell'utilizzo di un certo farmaco: sulla base della situazione clinica del paziente, e di trattamenti chemioterapici pregressi o in corso.

L'Articolo scientifico
Anna Vávrová, Tomáš Šimunek. (2012) "DNA topoisomerase IIß: a player in regulation of gene expression and cell differentiation". The International Journal of Biochemistry & Cell Biology. DOI: 10.1016/j.biocel.2012.03.005